Il passaggio generazionale


“Complessità, sfide, tradizione, crescita”

Oggi 6 Marzo alle ore 17:30 presso la sede della Masmec SpA in Via delle Violette, 14, a Modugno (BA), si terrà un incontro promosso dall’associazione HRevolution per affrontare i temi di “complessità, sfide, tradizione, crescita”.

Contribuiranno al dibattito, inoltre, con le loro preziose testimonianze ed esperienze, le famiglie Vinci della Masmec Spa, Lorusso della Saicaf Spa, Forte Oropan s.p.A., moderate da Margherita Mastromauro di Pasta Riscossa e da Francesco Basile di Bosch Bari.

Al termine dell’incontro la coach Mariarosaria Savino illustrerà i 3 punti focali utili per gli Hr che operano nel settore.

Quella di HRevolution è la storia di un gruppo di amici con l’obiettivo di realizzare qualcosa di nuovo e di utile per chi si occupa – a diverso titolo – di Risorse Umane

Il progetto nasce dall’idea di creare un contenitore innovativo e partecipativo e, la sua realizzazione è passata è arrivati attraverso numerosi confronti e dibattiti nei quali tutte le idee e gli spunti sono stati raccolti su lavagne a fogli mobili per non perdere alcun contributo. 

L’obiettivo di HRevolution sarà quello di dare una risposta concreta, diretta, immediata, e, perché no,  semplice e innovativa non solo al mondo delle risorse umane ma anche, e soprattutto, al nostro territorio.

Si è spento il Dylan di Beverly Hills 90210

L’attore aveva 52 anni. 

Luke Perry, il Dylan della serie cult degli anni Novanta ‘Beverly Hills, 90210’, è morto nel pomeriggio a Los Angeles.

Giovedì scorso, l’attore era stato colpito da un ictus.

Luke Perry era conosciuto non solo per il ruolo nella serie tv “Beverly Hills 90210“, ma anche “Riverdale“.

Nato a Mansfield, in Ohio, nel 1966 Perry si era trasferito a Los Angeles dopo il liceo per inseguire il sogno della recitazione. 

La sua carriera televisiva è iniziata ad appena 16 anni, in alcune soap opera, ma è il 1990 a segnare la svolta: a dargli la popolarità il ruolo dell’affascinante e solitario Dylan McKay nella serie per teenager “Beverly Hills, 90210”, arrivata in Italia due anni dopo e diventata un fenomeno cult degli anni Novanta. Milioni di ragazzine hanno sofferto seguendo le sue storie d’amore tumultuose con Brenda e Kelly.

Loop festival: la Puglia ancora protagonista d’arte

Il viaggio audiovisivo nella musica del nuovo millennio.

Torna per la quarta edizione il Loop Festival, la rassegna multicodice con la direzione artistica di Michele Casella che unisce il mondo della musica contemporanea al meglio del filmmaking internazionale. Un viaggio audiovisivo che, attraverso la proiezione di videoclip, cortometraggi, opere animate e tantissima musica, vuole esplorare i meccanismi di interazione fra audio e immagine. Il programma prevede cinque appuntamenti a partire dal 5 marzo al Cineporto di Bari, ma per l’edizione 2019 sono anche previste due serate speciali il 14 marzo nel Cineporto di Lecce ed il 21 marzo in quello di Foggia (ingresso gratuito; start h 21.00; info loopfestival.it). 

Loop è il festival multimediale che parte da quattro esperienze sonore di fondamentale rilievo planetario, quelle di PJ HarveyArctic MonkeysMassive Attack e Kendrick Lamar. Attorno ad esse Loop coordina un approfondimento dinamico sui registi, le tecniche e gli immaginari sviluppati nella loro videografia, affiancando nomi di straordinario interesse come Michel Gondry, Spike Jonze, Jonathan Glazer, Roman Coppola, Nabil, John Hillcoat, Sophie Muller, Seamus Murphy, Dave Meyers, W.I.Z., Hiro Murai e molti altri. 
Evento speciale della quarta edizione di Loop sarà la serata dedicata alla musica indie italiana mascherata, con ospite Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti che sarà anche protagonista di un live acustico.

Loop è un’iniziativa realizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission e Pool, nell’ambito del progetto Cineporti di Puglia, finanziata a valere su risorse della Regione Puglia e Unione Europea con fondi POR Puglia 2014-2020. L’edizione 2019 vede inoltre il sostegno dell’Assessorato all’industria turistica e culturale della Regione Puglia, del Teatro Pubblico Pugliese e di Puglia Sounds.

La serata inaugurale del 5 marzo sarà dunque focalizzata su PJ Harvey, la rocker che ha unito poesia e sensualità, riscrivendo la storia della musica britannica. A narrare la storia dell’artista, partendo dall’attitudine blues-folk per arrivare alle ibridazioni più avventurose, ci saràClaudio Tedesco cronista e critico musicale su IL (il mensile del Sole 24 ORE), Rockol, Rolling Stone.

Il programma prosegue al Cineporto di Bari il 12 marzo col focus sugli Arctic Monkeys assieme al critico Luca Pacilio (Spietati.it, autore del volume “Il videoclip nell’era di YouTube”), il 19 marzo con una serata dedicata ai Massive Attack raccontati da Fabio Deluca (Radio Rai) e il 26 marzo con un focus sul rapper Kendrick Lamar raccontato dal giornalista Nicola Gaeta (Musica Jazz).

La due serate nei Cineporti di Lecce e Foggia saranno entrambe dedicate ai Massive Attack, in gruppo che ha rinnovato i suoni della città di Bristol attraverso il trip-hop. A raccontare la loro carriera ci saranno i giornalisti Ennio Ciotta (14 marzo, Lecce) e Alessandro Licusati (21 marzo, Foggia).

La serata conclusiva del Loop Festival si terrà martedì 2 aprile al Cineporto di Bari con un focus sulla musica indipendente italiana. A raccontarla sarà il musicista e fumettista Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Mortiche ha inoltre realizzato gli esclusivi artwork per l’edizione 2019 della manifestazione. Al termine delle proiezioni l’autore del nuovo album “Sindacato dei Sogni” (pubblicato da poche settimane su etichetta La Tempesta) si esibirà in una performance in acustico per il pubblico di Loop.

Donando si impara

Il service del Rotaract Club Bari Agorà con i ragazzi di Studenti per Medicina.

Grande sensibilità e partecipazione al service – così ha commentato il Presidente del Rotaract Club Bari Agorà, Paolo Iannone, che ha riproposto un’attività storica del proprio club in collaborazione con i ragazzi di Studenti Per Medicina. Nella giornata di sabato 2 marzo si è tenuta l’ultima giornata della donazione del sangue, un ciclo di incontri per sensibilizzare la comunità su una tematica sempre attuale e di estrema importanza. D’altronde, il sangue è fatto per circolare – condividilo – questo è stato lo slogan dei ragazzi di Studenti Per Medicina che con il Rotaract Club Bari Agorà hanno organizzato un’iniziativa lodevole al Policlinico di Bari. La partecipazione dei volontari è stata numerosa nelle due giornate, segno dell’estrema importanza del donare, un gesto concreto di solidarietà dando una parte di sè e della propria energia vitale a qualcuno che sta soffrendo e che ne ha un reale ed urgente bisogno

Stelle all’improvviso

Sava si prepara ad accogliere la musica italiana.

Lunedì 4 marzo ’19 si terrà la attesissima rassegna canora Stelle all’Improvviso ideata da Ciro Preite (agente) alla seconda edizione.

La gara si svolgerà al Cine-Teatro Salerno di Sava dove si esibiranno 17 cantanti di tutta l’Italia. Il primo posto darà diritto al vincitore di partecipare alla semifinale nazionale del Cantagiro, il secondo al concorso “Stasera canto io” di Torino, il terzo sarà il Premio della giuria ed il quarto per la “Presenza scenica”. Sarà inoltre riconosciuto un premio dalla critica.

In giuria sarà composta dal sindaco di Sava Dario Iaia, Barbara Montanaro (cantante e agente di spettacolo), il maestro Ezio Scarciglia (musicista e arrangiatore), Laura Dimitri (cantante e interprete) che presenterà il suo ultimo lavoro discografico. Ci sarnno inoltre: Maria Antonietta Calò (agente del Cantagiro- Puglia), Michele Gaudiomonte (stilista di fama nazionale), Lucio Montanaro (attore caratterista), Steven Sale (di Radio Norba),Gisella Asia (manager), Giuseppe Fischetti(Sindaco di Fragagnano), Mirella Massaro (assessora alla cultura e istruzione, Comune di Torricella), Dante Zanetti (di “Stasera canto io”), Gianni Begher (cantante, studio di registrazione). Ospiti, il popolare attore  Lucio Montnaro, Nicolò Proto (vincitore del Cantagiro scorso),Vincenzo Alighieri (secondo posto del Cantagiro). Inoltre si esibiranno i ragazzi della scuola di ballo di Isabella Bisci.

Come ha già annunciato il patron Ciro Preite, quest’anno “Stelle all’improvviso” sarà una gara davvero competitiva per la bravura dei cantanti e una giuria di addetti ai lavori che sarà sicuramente molto equilibrata. La novità di questa gara è la giuria popolare che  voterà sia per la categoria A, (concorrenti dai 6 ai 15 anni), che per la categoria B i e cioè quelli dai 16 anni in poi.

Presenteranno due splendide brune Alessia Pentassuglia (curatrice d’immagine) eSimona Daversa, (speaker di Radio studio 2 sps), affiancate nella conduzione dello spettacolo canoro da Clelia Conte, (direttrice di Gazzetta dal Tacco) che cura l’ufficio stampa.

Media partner di questo evento sarà anche Mediterranea Tv.

Serie D: la Ssc Bari torna a vincere.

Dopo un’amaro pareggio in casa nella scorsa giornata, la Ssc Bari vince sulla Città di Messina.

I biancorossi battono 1-3 il Città di Messina al Despar Stadium, mantenendo la prima posizione e si portano momentaneamente a più dodici sulla Turris, che ha una partita da recuperare.

Partono determinati i calciatori biancorossi, infatti Floriano sblocca il risultato con una bellissima rete che spiazza l’estremo difensore messinese.

Nel primo tempo non mancano le occasioni per il Bari, se tutte le palle fossero entrate, la squadra ospite avrebbe potuto già mettere sigilli sul risultato, ma si sa la palla è tonda.

Si va negli spogliatoi con il Bari in vantaggio di una sola rete.

Si torna in campo, e a pochi minuti dall’inizio il Bari può nuovamente esultare, grazie all’avversario Fragapane, che segna l’autorete.

Ci pensa Neglia a mettere al sicuro il risultato, segnando la rete del 0-3.

Inutile la trasformazione del rigore da parte di Galesio nel finale.

I biancorossi torneranno in campo il 17 marzo in casa, contro il Castrovillari dopo la pausa di fine inverno.

Una pausa per i campioni per recuperare tutte l’ energie e prepararsi fisicamente e mentalmente al rache finale.

V edizione del festival ‘Ad Libitum’

Parte domenica 3 marzo la V edizione del festival Ad Libitum, la rassegna artistica organizzata da Epos Teatro che fino al 25 maggio porterà a Polignano a Mare un ricco cartellone di concerti, rappresentazioni teatrali, seminari di approfondimento e incontri che uniscono letteratura, danza, poesia e musica.

Sono quattro gli appuntamenti previsti nel mese di marzo, che saranno ospitati nei piccoli gioielli architettonici del borgo barese a picco sul mare: la Chiesa della Natività, la Chiesa dei SS. Medici, la Chiesa della Trinità e la sede della Fondazione Museo Pino Pascali.

Ad aprire la rassegna è il 3 marzo il duo composto da Chiara Nicora e Ferdinando Baroffio, nell’appuntamento intitolato Sin-fonie d’autore organizzato in collaborazione con l’A.Gì.Mus festival di Mola di Bari. A partire dalle 20 la Chiesa della Natività si trasformerà in palcoscenico per il concerto di pianoforte a quattro mani, con musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e Ludwig van Beethoven. A introdurre l’incontro, l’open concert degli allievi del Liceo musicale annesso al Convitto ‘D.Cirillo’ di Bari.

Il 16 marzo alle 20 sarà invece la Chiesa dei SS. Medici a ospitare un concerto-omaggio a Pëtr Il’ič Čajkovskij. Evento che realizza una sinestesia tra musica e danza: alle rimembranze italiane del compositore russo nel suo Souvenir de Florence op. 70 – suonato dai solisti del ‘Collegium Musicum’: Carmine Scarpati e Daniela Carabellese (violini), Paolo Messa e Francesca Carabellese (viole), Giuseppe Carabellese e Claudio Mastrangelo (violoncelli) – si uniscono, nella seconda parte, i passi delle ballerine dell’Accademia delle Muse. Laura Bovino e Daniela Giannuzzi danzeranno alcune variazioni dai celeberrimi balletti di Čajkovskij (Lo schiaccianoci, La bella addormentata nel bosco, Il lago dei cigni).

È un altro connubio, tra musica e letteratura, quello in cartellone il 24 marzo nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare. Ad inaugurare Verba Manent, la triade di eventi organizzati in collaborazione con il festival Il Libro Possibile, è Il racconto dell’isola sconosciuta di José Saramago. L’immortale racconto del premio nobel per la letteratura rivive così in una nuova veste grazie all’accompagnamento musicale di Pablo Montagne (chitarra) e alla voce recitante di Antonella Carone. Alla scoperta di una storia intensa, fatta di slanci e reticenze, dove si mescolano viaggi, scoperte e amore in un equilibrio perfetto. A introdurre l’incontro, in programma alle 18.30, sarà Giorgia Messa.

Chiude gli appuntamenti del mese uno spazio interamente dedicato ai nuovi talenti pugliesi: Giovani concertisti, evento gratuito in programma il 30 marzo e realizzato in collaborazione con l’Associazione culturale Centro studi ‘Valerio Gentile’. Il concerto, a partire dalle 20 nella Chiesa della Trinità, sarà introdotto dagli allievi del Liceo musicale annesso al Convitto ‘D. Cirillo’ di Bari, cui seguirà l’esibizione di alcuni cantanti vincitori della XXII edizione del Premio internazionale di canto lirico ‘Valerio Gentile’. Gli eventi saranno introdotti da un momento di rievocazione della storia della chiesa ospitante, a cura della Pro Loco di Polignano.

L’autismo e la musica

Insieme medici e musicisti del Conservatorio di Santa Cecilia.

Studiare musica al conservatorio per porre le basi di una professione futura, valorizzando la capacità di memoria e l’orecchio musicale dei ragazzi con autismo. E’ quanto prevede il progetto pilota del Conservatorio Santa Cecilia e che vedrà un’equipe medica affiancare docenti di canto e strumento.
Concerti per gli ospedali e collaborazioni con centri di ricerca: il Conservatorio Santa Cecilia, a Roma, già da due anni si è aperto a progetti a sfondo sociale. L’ultimo in ordine di tempo riguarda i giovani con sindrome dello spettro autistico, in particolare ragazzi tra 18 e 35 anni, una fascia di età lasciata spesso senza assistenza specifica e alle prese con difficoltà di inserimento sociale e lavorativo. “Nelle nostre classi – spiega il direttore del conservatorio, Roberto Giuliani – avevamo ammesso già due ragazzi con sindrome di Asperger e abbiamo ritenuto che per valorizzare le loro capacità fosse necessario interfacciarsi con i medici. Abbiamo pensato di mettere insieme questi due lati della medaglia”.
L’occasione è arrivata con il progetto ‘Recercare a mente’, sviluppato insieme alla Fondazione Exodus, vincitore di un bando della Regione Lazio, grazie al quale ragazzi autistici potranno usufruire di un progetto musicale dedicato: per dieci mesi potranno frequentare lezioni collettive e individuali di canto, strumento, accordatura, composizione. “I nostri docenti – prosegue Giuliani – lavoreranno insieme a psicologi e neuropsichiatri affinché questi ragazzi abbiano l’offerta didattica più completa. Spesso, infatti, hanno forte memoria, senso del ritmo e quello che chiamiamo ‘orecchio assoluto’ ovvero la capacità di riconoscere perfettamente l’altezza di una nota: è un caso emblematico di quello che chiamiamo diverse abilità”. Abilità che vanno valorizzate. “Uno degli obiettivi – conclude – è dare a questi studenti un futuro professionale e la possibilità di eccellere nel loro campo”.