L’Italia e il suo agosto “nero”

Dal centro, al nord per arrivare al sud, un’Italia colpita nel profondo della sua terra.

Dopo le due precedenti stragi, in Italia sembra non esserci pace, colpevole il mal tempo in alcune zone.

Questa volta ad essere toccata è la Calabria, precisamente la zona del Pollino.

Sono 8 al momento gli escursionisti morti travolti dalla piena del torrente Raganello nelle omonime gole del Parco Nazionale del Pollino.

Tra le 23 persone salvate, sette sono state portate in ospedale tra le quali una bambina in stato di ipotermia. Altre sette persone sono state medicate sul posto, mentre nove ne sono usciti incolumi. Le vittime sono quattro donne e quattro uomini.

Le persone rimaste coinvolte nell’ondata del torrente Raganello facevano parte di due gruppi di 18 persone per un totale di 36.

La Federazione italiana rafting, in un comunicato, precisa, in relazione a quanto pubblicato da alcuni organi d’informazione, che “l’attività in cui erano impegnate le persone coinvolte dell’incidente sul torrente Raganello non era il rafting, ma si trattava di discesa a piedi del torrente”.

Andranno avanti per tutta la notte, con l’ausilio di due torri faro,le ricerche di eventuali dispersi nella tragedia delle Gole del Raganello. Lo ha detto il capo della Protezione civile della Regione Calabria Carlo Tansi, che si trova sul Pollino. “Sono circa 70 – ha detto Tansi – le unità impegnate a setacciare a tappeto l’area interessata da questa immane tragedia. La vera incognita è però costituita dal numero dei dispersi di cui al momento non si ha alcuna contezza. Quello che si sa è che le gole sono state saturate dall’acqua piovana caduta copiosamente che hanno scaraventato le persone anche a tre chilometri di distanza”.

Una delle vittime dell’ondata del torrente Raganello, è una ragazza di 24 anni di Trebisacce. Uno dei feriti, invece, è un cittadino di nazionalità olandese che ha riportato la frattura del bacino.

“Sono circa settanta – ha detto il Capo della Protezione civile della Regione Calabria Carlo Tansi – le unità impegnate a setacciare a tappeto l’area interessata da questa immane tragedia. La vera incognita – ha aggiunto – è costituita dal numero dei dispersi di cui al momento non si ha piena contezza. Quello che si sa è che le Gole a causa dell’acqua caduta copiosamente si sono saturate e hanno scaraventato le vittime anche a tre chilometri di distanza”. “Le ondate di piena nel torrente Raganello ci sono spesso d’inverno, ma non era mai capitato d’estate, quando il torrente è molto frequentato dai turisti”, spiega Luca Franzese, responsabile del Soccorso Alpino della Calabria. Oggi, invece, afferma il soccorritore, l’ondata di piena è arrivata all’improvviso e il livello del torrente ha raggiunto “i due metri, due metri e mezzo. E – ricorda Franzese – era impossibile accorgersene perché in quel tratto non stava nemmeno piovendo”.

Aiutiamo Raffaele: un video per conoscere Raffaele

L’appello della Mamma di Raffaele: “Aiutateci a garantire le cure necessarie per Raffaele; grazie a tutti coloro che in qualche modo ci stanno aiutando”

Abbiamo già raccontato la storia del barese ventiquattrenne Raffaele Carofiglio.

Oggi direttamente dall’Austria ci giunge un video di ringraziamento dalla famiglia Carofiglio; inoltre Raffaele necessita ancora di cure, per questo un piccolo aiuto da parte di tutti può essere molto utile.

Di seguito troverete il link della pagina per aiutare Raffaele.

https://www.facebook.com/AiutiamoRaffaeleCarofiglio/

Sen. Ricardo Merlo sottosegretario agli Esteri

Merlo sottosegretario, Mastrogiacomo (MAIE): “Dopo tanto lavoro una grande soddisfazione”

“Desidero esprimere, a nome mio personale e di tutto il MAIE Europa, la grande soddisfazione e l’enorme gioia che ci dà la nomina a sottosegretario agli Esteri del nostro presidente, Sen. Ricardo Merlo”. A dichiararlo in una nota è Anna Mastrogiacomo, coordinatrice MAIE Europa.

“Abbiamo lavorato tanto negli ultimi anni, forte è stato l’impegno del MAIE nella difesa dei diritti degli italiani all’estero. In Europa, in particolare, con i nostri congressi e i nostri convegni, con il lavoro fatto a tappeto sul territorio, siamo riusciti a ottenere una fiducia sempre più ampia da parte dei cittadini ed è cresciuto il nostro network. Adesso, con il presidente Merlo sottosegretario agli Esteri, siamo pronti per fare il salto di qualità, anche in vista delle Europee 2019”.

“Conosco Ricardo Merlo e sono convinta che nel suo nuovo ruolo metterà tutta la sua esperienza, tutte le sue capacità, tutta la passione di cui è capace. Da un uomo che da una vita si spende a favore degli italiani nel mondo – conclude Mastrogiacomo – gli italiani nel mondo si aspettano tanto, so che le loro attese non resteranno deluse”.

Solo in Italia possono succedere cose del genere, o forse solo a Roma?

Da due mesi in diverse case di edilizia popolare, a Roma, non arriva i bollettini relativi al canone d’affitto.

Il Comune tarda ad inviarli? Un disservizio delle Poste? Né l’una né l’altra cosa, anche perché purtroppo il Comune per inviare i bollettini non si affida alle Poste Italiane. Non so a chi si affida, o meglio di chi si fida. Una signora, un’inquilina, mi ha rivelato l’arcano. Le persone incaricate, le persone alle quali il Comune si affida per il recapito dei bollettini, le persone delle quali il Comune si fida, quando sono stanche di passare da un portone all’altro, prendono le buste e le gettano nei cassonetti dell’immondizia. E poiché hanno alto senso civico, le gettano nel cassonetto destinato alla raccolta della carta.

Per questo vanno lodati, ovviamente. Converrà che il Comune si serva delle Poste Italiane?

Carmelo Dini

A Montreal la solidarietà arriva con il Golf, arancini e ravioli

Il ricavato è stato assegnato alla fondazione “Montreal Childrens Hospital”

A Montreal la solidarietà arriva con il Golf, gli arancini e i ravioli alla ricotta siciliani fatti in casa, dal team dell’Associazione Messinese di Montreal presieduta dal corrispondente del Progetto Sicilia nel Mondo Franco Mendolia. L’Associazione, come ogni anno, è stata ospitata al 22° torneo annuale di golf al Club “Golf Bellevue in Lery”.

Il Presidente Mendolia ha evidenziato: “Gli appassionati giocatori di golf hanno dimostrato sempre di amare questo torneo, per poter gustare dopo le gare gli arancini messinesi e i ravioli alla ricotta fatti in casa, accompagnati dai semplici ma gustosi panini alla salsiccia. Ancora una volta siamo riusciti a vendere come da previsioni, tutte le specialità culinarie tipiche siciliane, prodotte dal nostro team di volontari. Siamo grati ai nostri nuovi e appassionati sostenitori, che hanno reso possibile raggiungere la somma di 23.200 dollari canadesi, per una causa veramente speciale”.

Come sempre al ricavato di sponsor e golfisti circa 350.000$, che è andato alla fondazione “Montreal Childrens Hospital”, è stata aggiunta una bella somma donata dall’Associazione Messinese di Montreal, assieme al ricavato dei prodotti culinari venduti durante l’evento sportivo. Più specificatamente quest’anno i fondi sono stati assegnati al SVR Foundation per il complex care services.

Grande il contributo dato dal comitato organizzatore composto da Peter Amalfi, Gloria Nardini, Giovanni Ruscitto, Maria Luisa Donato, Frank Esposito, Nunziata Lipari, Carmelo Lipari, Enrico Sciola, Antonino Catalfamo, Antonino Mendolia e Franco Mendolia, che ha contribuito con la sua opera al successo di questo speciale e molto amato evento sportivo annuale.