Nantes-Homepage-©-French-Moments

Bari-Nantes: Easy jet apre la rotta

Presidente Adp, novità assoluta per capoluogo pugliese.

EasyJet, compagnia aerea leader in Europa, arricchisce l’offerta dall’aeroporto di Bari connettendo per la prima volta lo scalo barese con Nantes.

La rotta è già in vendita sul sito easyJet.com, sull’app mobile e sui canali GDS e sarà operativa durante la stagione estiva 2019: da Bari a Nantes si potrà volare dal 24 giugno al 29 agosto 2019 il lunedì e il giovedì.

Con il nuovo volo verso Nantes salgono a 5 le destinazioni, nazionali e internazionali, raggiungibili dai passeggeri pugliesi in partenza dall’aeroporto di Bari.

Per Tiziano Onesti, presidente di Adp, “Nantes è una novità assoluta per Bari: l’avvio del collegamento dimostra la costante attenzione che Aeroporti di Puglia, in coordinamento con l’Amministrazione regionale, dedica alla internazionalizzazione del network”. Per Lorenzo Lagorio, country manager di EasyJet per l’Italia, “collegare Bari con Nantes significa creare un ponte tra il territorio pugliese e una delle regioni più ricche della Francia”.

salaemiliano

Sala: ritrovati resti di un aereo.

La polizia: “Rinvenuti due sedili compatibili con quelli del velivolo sparito”

Nuovi sviluppi sulla scomparsa dell’aereo con a bordo Emiliano Sala. Secondo quanto riporta la struttura investigativa del Dipartimento dei Trasporti britannico, su una spiaggia francese nei pressi di Surainvillesono stati rinvenuti alcuni resti di un aereo compatibili col Piper PA-46 Malibu su cui il calciatore viaggiava da Nantes a Cardiff. Appresa la notizia, le autorità hanno subito disposto l’avvio di ricerche sul fondale marino nel tratto di mare interessato.

Avvisato dalle autorità investigative francesi, l’AAIB ha immediatamente avviato le procedure per concentrare le ricerche nei pressi della penisola Cotentin. Nel dettaglio sulla spiaggia francese sono stati rinvenuti due seggiolini che potrebbero appartenere al velivolo scomparso il 21 gennaio con a bordo Sala. “Da un esame preliminare abbiamo concluso che è probabile che i cuscini provengano dall’aereo scomparso”, hanno spiegato gli investigatori britannici.

A causa delle condizioni meteo, le ricerche nel tratto di mare interessato dovrebbero iniziare nel weekend. “Siamo consapevoli che nella zona è in corso anche una ricerca condotta privatamente, e stiamo lavorando a stretto contatto con le persone coinvolte per massimizzare la possibilità di localizzare eventuali rottami e garantire operazioni in sicurezza”, hanno aggiunto gli investigatori.

franbariemerg

Atterraggio da film per un volo Francoforte-Bari

Si squarcia in volo l’ala di un aereo.

Martedì 29 gennaio un aereo partito da Francoforte, e diretto a Bari, ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a causa di un improvviso squarcio sull’ala del velivolo.

L’aereo era partito da poco dallo scalo tedesco, intorno alle ore 19. L’atterraggio a Bari era previsto per le 21, ma poco dopo il decollo il velivolo ha dovuto avviare le operazioni per l’atterraggio di emergenza, avvenuto per fortuna in maniera sicura e senza conseguenze per i passeggeri.

Questi ultimi hanno comunque vissuto minuti di autentico terrore.

“Dopo 40 minuti siamo tornati indietro per un atterraggio di emergenza – ha raccontato a Repubblica Monica che stava tornando a Bari col marito – ma ci siamo subito accorti che qualcosa non andava, perché l’aereo non prendeva quota e rimaneva sempre basso: vedevamo ancora le luci della città troppo vicine”.

“Ci hanno avvertiti che stavamo rientrando e che l’atterraggio sarebbe stato violento – prosegue – però per fortuna il pilota è stato bravissimo e ha evitato l’impatto turbolento”.

L’aereo, dopo l’atterraggio emergenza, è stato oggetto di approfonditi controlli da parte dei tecnici.

I passeggeri diretti a Bari, hanno dovuto aspettare alcune ore prima di ripartire verso la loro destinazione, dove ci sono arrivati solo in nottata.