checco-zalone-tolo-tolo

Prossimo Natale con Checco Zalone

Esce il 25/12/2019 “Tolo Tolo”, il nuovo film di Zalone.

Il nuovo film di Checco Zalone, girato in Africa, si intitola Tolo Tolo e uscirà il 25 dicembre 2019.

Lo annuncia il produttore, Pietro Valsecchi, sottolineando che per il recordman degli incassi italiani “è il film della piena maturità artistica” e che Zalone “ha lavorato per più di un anno a questo grande progetto e per la prima volta ne è anche il regista”.

“Tutti i grandi scrittori ma anche i semplici viaggiatori e turisti, dicono che una volta vista l’Africa ti rimane dentro e alla fine, prima o poi, ci si ritorna: lo chiamano Mal d’Africa. Lo stesso capita a tutti gli spettatori – dice Valsecchi – che in questi dieci anni hanno amato i film di Zalone: attendono da tre anni il suo nuovo film e soffrono un po’ di mal di Zalone. Ora Checco è venuto proprio in Africa per girare il suo nuovo film che finalmente ha battuto il primo ciak. E’ il film della piena maturità artistica, ha lavorato per più di un anno a questo grande progetto e per la prima volta ne è anche il regista”.

SCENA FUMO DI LONDRA

Puglia: Alla mediateca regionale pugliese è di scena Alberto Sordi

A partire dal 6 febbraio 2019 per 27 appuntamenti fino a Luglio.

Raccontare il nostro Paese attraverso lo sguardo della serie tv ideata, scritta e diretta da Alberto Sordi “Storie di un italiano”. E’ l’intento della rassegna di proiezioni e incontri “Cinestorie” che, a partire da mercoledì 6 febbraio per 27 appuntamenti fino a luglio, si terranno alla Mediateca Regionale Pugliese.

“Storia di un italiano”, infatti, è stato un programma televisivo andato in onda su Rai Due, trasmesso in più edizioni tra il 1979 e il 1986 in 37 puntate. Autori del programma erano, oltre a Sordi, anche Giancarlo Governi, Rodolfo Sonego e Tatiana Morigi, mentre la direzione musicale era stata affidata a un maestro delle colonne sonore come Piero Piccioni.

Il programma, attraverso brani di film interpretati da Alberto Sordi, racconta la storia del costume italiano del ‘900 mettendo in risalto, come caratteristica dei film dello stesso attore, vizi e virtù degli Italiani. La storia esordisce con un Sordi personaggio secondario in “Quei temerari sulle macchine volanti” di Ken Annakin, un film statunitense sui pionieri dell’aviazione agli inizi del Novecento, per proseguire nel tragicomico “La Grande Guerra” di Mario Monicelli, dove il suo personaggio fucilato dagli Austriaci, “resuscita” in un film sull’avvento del Fascismo.

L’attore si concede talvolta la licenza di mutare dei dialoghi originali per adattarli con altri filmati. Una tra le più note è la scena dell’aeroporto londinese in “Fumo di Londra” e un documentario dei Beatles che li ritrae scendere da un aereo, quindi un fittizio saluto di Sordi al celebre gruppo di Liverpool.

Ogni proiezione sarà introdotta e condotta da Benedetto Gemma e Guerino Amoruso che, con l’approfondimento radiofonico “Cinestorielive” in diretta su https://www.radiosocialweb.it/, racconteranno la vita e le opere del grande Alberto Sordi. Aneddoti, interviste e ospiti, arricchiranno la storia del grande attore e regista romano con la collaborazione del pubblico e degli operatori culturali.

La rassegna è organizzata dell’Associazione Culturale aroruA finanziato da Regione Puglia e Apulia Film Commission, in collaborazione con ilCentro Sperimentale di Cinematografia CSC – Cineteca Nazionale-, il Politecnico di Bari e con il patrocinio di Rai Puglia.

oscar-2019-

Oscar 2019, dieci nomination per La Favorita e Roma

Tra i miglior film Black Panther, BlacKkKlansman, Bohemian Rhapsody, La Favorita, Green book, Roma, A star is born e Vice.

Oscar 2019: ecco i titoli, gli attori, i registi e gli altri lavoratori del cinema che potranno ambire all’Oscar il 24 febbraio e i titoli più gettonati sono quelli che godono i favori della critica e che già hanno vinto molto.

Otto i film nominati nella categoria più importante agli Oscar il prossimo 24 febbraio. Miglior film sarà uno fra: Black Panther, BlackkKlansman, Bohemian Rhapsody, La Favorita, Green book, Roma,A star is born e Vice.

La Favorita di Yorgos Lanthimos e Roma di Alfonso Cuaron hanno ottenuto il maggior numero di nomination, dieci.

Otto alla storia di Dick Cheney, Vice, l’uomo nell’ombra a pari merito con a A star is born e Black Panther, cinque a Bohemian Rhapsody.

Christian Bale per Vice, Bradley Cooper per A star is born, Willeim Dafoe per la storia di Vincent Van Gogh Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, Rami Malek, che interpreta Freddie Mercury in Bohemian Rapsody, e Viggo Mortensen per Green book sono i cinque migliori attori protagonisti.

Fra le donne sono state nominate Yaliztia Aparicio per Roma, Glenn Close per The Wife, Olivia Colman per La Favorita, Lady Gaga per A star is born e Melissa McCarthy per Can You Ever Forgive Me?.

I registi che si contenderanno l’Oscar sono Spike Lee per BlackkKlansman, Pawel Pawlikowski per Cold War, il greco Yorgos Lanthimos per La Favorita, il messicano Alfonso Cuaron Roma e Adam McKay per Vice.

Mahershala Ali per Green Book e Sam Rockwell per Vice hanno ottenuto una candidatura come migliore attore non protagonista, così come, fra le donne, Amy Adams (Vice), Rachel Weisz eEmma Stone entrambe per La favorita.

Libano, Polonia, Germania Messico e Giappone si contenderanno l’Oscar per il miglior film straniero con Roma di Alfonso Cuaron e Cold War ad aver ricevuto varie nomination in altre categorie.