scuola fresu foggia-2

Nuova irruzione presso la scuola dell’infanzia “Angela Fresu”, dichiarazione del sindaco di Foggia, Franco Landella

“Questa mattina la scuola dell’infanzia ‘Angela Fresu’ è stata nuovamente interessata dall’irruzione di balordi. Ancora una volta questo gesto inqualificabile e vergognoso è avvenuto in concomitanza con lo svolgimento delle attività didattiche, quindi in presenza dei piccoli alunni e del personale educativo. 
Siamo sbigottiti di fronte alla pervicacia con cui questa gentaglia calpesta il bene pubblico e la serenità dei nostri bambini. Allo stesso tempo, però, voglio dire con chiarezza che non ci lasceremo intimidire in alcun modo da questi delinquenti.
Proprio nei giorni scorsi ho incontrato, assieme all’assessore Claudia Lioia ed al dirigente del Servizio Pubblica Istruzione, Claudio Taggio, una delegazione dei genitori degli alunni delle scuole dell’infanzia comunali, per comunicare loro le iniziative che il Comune stava per mettere in campo al fine di garantire sicurezza ai plessi scolastici. Oltre ad un potenziamento dei sistemi di videosorveglianza, infatti, è stato disposto uno specifico servizio di pattugliamento della Polizia Locale, anche con l’ingresso fisico degli Agenti nei plessi scolastici. E stamani questa gentaglia per fare irruzione ha atteso che la pattuglia della Polizia Locale lasciasse l’ingresso della scuola. 
È di tutta evidenza che ci troviamo di fronte ad un problema che non intendiamo sottovalutare o trascurare, di cui stamani ho personalmente parlato al Prefetto di Foggia, Massimo Mariani. Da questo punto di vista il servizio speciale di pattugliamento della Polizia Locale continuerà in modo serrato, con il presidio dei plessi scolastici che verrà reso ancor più efficace dalla vigilanza speciale dalle Forze dell’Ordine, che colgo l’occasione per ringraziare per questa attenzione.
Intanto oggi e domani abbiamo deciso di sospendere le attività didattiche della scuola, in modo da poter riparare i lievi danni provocati dall’irruzione di oggi”. 

download (5)

Incappucciato entra in un asilo e spaventa i bambini

Genitori, maestre hanno fatto scudo e protetto piccoli.

Sarebbe stato individuato e nelle prossime ore potrebbe essere denunciato il malvivente che questa mattina, incappucciato, ha fatto irruzione in una scuola per l’infanzia a Foggia, alla ricerca di borse e portafogli, spaventando i bambini che erano in classe. Si tratterebbe di un giovane del posto, tossicodipendente. E’ la sesta volta dall’inizio dell’anno che malviventi si introducono nella stessa scuola e, con le stesse modalità, spaventano bambini e insegnanti ma non portano via nulla. Gli investigatori ritengono sia stato lo stesso uomo a introdursi nella scuola il 25 gennaio, con un’altra persona, sempre durante l’orario scolastico. I militari stanno cercando il suo complice. Dopo l’irruzione di questa mattina, alcuni genitori hanno raccontato di aver trovato “i bambini impauriti, che tremavano: le maestre – ha detto la mamma di due piccoli alunni – hanno fatto da scudo umano per proteggerli”.  

bullo ti annullo LOCANDINA 201718

Foggia, al via il progetto @ttivi e sicuri

Venerdì 1 febbraio 2019, alle ore 10, presso la Sala Consiliare del Comune di Foggia, verrà presentata la nuova edizione del Progetto “@ttivi e sicuri” avente ad oggetto l’educazione alla legalità nelle scuole cittadine. L’iniziativa, promossa su impulso dell’Assessore alla Polizia Municipale e Sicurezza Dott. Claudio Amorese,  è stata realizzata dalla Polizia Locale di Foggia, con la preziosa collaborazione di Città Educativa, del Servizio Pubblica Istruzione del Comune di Foggia. Il progetto, che, come lo scorso Anno Scolastico, ha fatto registrare l’adesione di tutti gli Istituti Scolastici primari e secondari di primo grado della Città di Foggia, si articola in due partizioni, interamente ideate dal Commissario Superiore Paolo Frattulino e dal Sovrintendente Capo Severina Cavalli. La prima, indirizzata alla scuola primaria, avente ad oggetto la cultura del rispetto delle regole della circolazione stradale, è denominata “SICURA-MENTE INSIEME”.  La seconda dal titolo “Bullo ti annullo” è rivolta alle scuole secondarie di primo grado e si propone di trattare con metodologie innovative il fenomeno del bullismo e del “cyber bullismo”.

Gli incontri didattici con studenti e docenti verranno tenuti da personale della Polizia Locale di Foggia. L’ente si è avvalso della collaborazione dell’Associazione “L’Amico Enrico”, impegnata nel sostegno psicologico degli adolescenti e compagnie teatrali per l’approfondimento delle delicate tematiche trattate.

BOMBA EURONICS FOGGIA

Foggia: bomba contro negozio

Dall’inizio dell’anno sette attentati a esercizi commerciali.

Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere nella notte davanti ad un negozio di elettrodomestici alla periferia di Foggia: si tratta del terzo atto intimidatorio in una settimana, il settimo dall’inizio dell’anno ai danni di attività commerciali. La deflagrazione ha sventrato la saracinesca in ferro e danneggiato l’insegna luminosa, mentre non ci sono stati danni agli arredi interni.
    L’esplosione è avvenuta alle 2.30 e gli investigatori hanno già acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

cani_beagle_a_cascina_rosa_02-1132x670 (1)

Nuovo canile a Foggia

La Giunta comunale ha adottato la deliberazione con cui ha approvato lo studio di fattibilità tecnica ed economica riferito alla manifestazione di interesse per il progetto di finanza relativo alla realizzazione del canile comunale – per il quale il Comune di Foggia ha già individuato un’area ubicata in via Sprecacenere ed estesa su 5.27.37 ettari – e la concessione del servizio, per almeno 20 anni e per un ammontare complessivo di 3 milioni 318mila euro,  della gestione e manutenzione della struttura, con annessi servizi per la cura degli animali domestici, per almeno 20 anni.

Il progetto di finanza immaginato dall’Amministrazione comunale prevede, accanto alla costruzione del nuovo canile, anche servizi sanitari, di lavaggio, di toelettatura e di ricovero, con un’area commerciale destinata alla vendita di prodotti per il benessere e la vita degli animali.

La deliberazione adottata dall’esecutivo di Palazzo di Città completa la procedura utile a dotare la città di nuovo canile comunale, venendo così incontro alle esigenze della comunità foggiana, soprattutto in ragione delle gravi carenze infrastrutturali della struttura esistente, recentemente posta sotto sequestro dalla Magistratura.

“Quella della manifestazione di interesse era la strada migliore per realizzare una struttura di cui la città ha bisogno e per farlo nel miglior modo possibile – spiega il vicesindaco ed assessore alle Politiche Sociali, Erminia Roberto –. L’Amministrazione comunale, com’è noto, non ha purtroppo la forza economica di costruire un nuovo canile attingendo a fondi propri di bilancio. Una circostanza conosciuta da tutti e che in più occasioni è stata rappresentata ed illustrata, nello specifico nel confronto con le associazioni animaliste con le quali ci siamo rapportati”.

“Siamo fiduciosi che vi sia una risposta positiva alla nostra manifestazione di interesse – sottolinea il vicesindaco di Foggia – che peraltro si presenta innovativa e moderna sul piano dell’idea a cui intendiamo dar vita”.

“Proprio in virtù di questo impegno del Comune, tangibile e visibile sul piano amministrativo, sono esecrabili i comportamenti che ancora stamani la presidente dell’associazione ‘Guerrieri con la coda’, Anna Rita Melfitani, ed il consigliere comunale della Lega, Antonio Vigiano, hanno inscenato presso la sede dell’assessorato alle Politiche Sociali – dichiara Erminia Roberto –. Questa mattina entrambi, ai quali pure era stata comunicata da tempo la procedura attivata dall’Amministrazione comunale, si sono presentati presso i nostri uffici e polemicamente hanno abbandonato lì due cani. Anna Rita Melfitani, in particolare, ha sostenuto che si trattava di due cani che il Comune le avrebbe affidato senza pagarla. Una circostanza falsa e priva di qualunque fondamento, giacché né a lei né alla sua associazione il Comune ha affidato nulla”.

“Si tratta di un gesto gravissimo, per il quale provvederò a denunciare penalmente entrambi alla Procura della Pubblica – conclude il vicesindaco di Foggia –. Siamo tutti impegnati attivamente e con senso di responsabilità ad affrontare e risolvere un problema che consideriamo importante. Gli atti amministrativi che abbiamo prodotto sono lì a dimostrarlo. Proprio per questo non possiamo accettare in alcun modo queste piazzate pubbliche, che squalificano i loro protagonisti, tanto più se si tratta di soggetti con ruoli istituzionali e associativi”.

Red.ag.