grotta-della-poesia

Puglia cresce il turismo +3,7%

Il Salento e il Gargano sono le destinazioni più gettonate.

Oltre 4 milioni di arrivi in Puglia nel 2018 (+3,7% rispetto al 2017), di cui un milione dall’estero, e oltre 15 milioni di presenze. Sono alcuni dei dati diffusi, in occasione della Bit di Milano, dall’ Osservatorio turistico regionale. Per quanto riguarda il turismo internazionale, Germania e Francia sono sul podio delle provenienze, seguite dal Regno Unito. Il Salento e il Gargano sono le mete con la più alta percentuale di arrivi nel 2018 (rispettivamente 29,5% e 23,6%), seguiti da Bari (20%), Valle d’Itria (14,9%), Magna Grecia, Murgia e Gravine (7,2%) e Puglia imperiale (4,8%). Tra le destinazioni Vieste si conferma la principale meta del turismo balneare con 1,9 milioni di presenze nel 2018; Bari è invece città di turismo business e culturale (al primo posto per numero di arrivi 445 mila e al secondo per presenze, 835 mila); medaglia di bronzo infine per Lecce, con 264 mila arrivi.
    Osservando l’andamento mensile di arrivi, sia italiani che stranieri, il 2018 registra “evidenti risultati in termini di destagionalizzazione”. “Le performance migliori si evidenziano nei mercati esteri, con incrementi oltre il 15%, che si registrano a febbraio, marzo, aprile, maggio e settembre – si legge nel rapporto -; si contrae invece la quota degli arrivi di italiani a luglio e agosto, mentre cresce al di sopra del 10% a marzo e novembre”.

scavone_instagram

Lecce: Scavone dimesso ma usa utilizza il collare

Calciatore Lecce incontra stampa, non certi tempi di recupero. Possibilità di intervento.

Scavone il centrocampista del Lecce, trasportato in codice rosso in ospedale, nelle scorse settimane, durante Lecce- Ascoli, sta bene ma indossa un collare e dovrà forse sottoporsi ad un intervento chirurgico. A qualche giorno da ricovero e dalle dimissioni, Scavone oggi ha partecipato ad una conferenza stampa nello stadio di Lecce dove ha ringraziato tutto il popolo giallorosso perché in questi giorni gli sono arrivati tantissimi messaggi di vicinanza ed affetto.

“Ringrazio anche chi settimanalmente affronto sul campo da avversario – ha proseguito visibilmente emozionato – sono stati davvero in tanti a farsi sentire. Un ringraziamento sentito va alla famiglia del Lecce: tutta la società mi è stata vicina e questo mi ha dato una grossa forza. Cosa dire dei miei compagni. Sicuramente non avevo bisogno di questa brutta avventura per capirlo, ma siamo un gruppo fantastico. Un ringraziamento infine, ma non per ultimo, va a tutte le persone che sono intervenute in mio soccorso”.

Calcio: Beretta fa visita a Scavone in ospedale

Lecce: dimesso Scavone

Il centrocampista giallorosso torna a casa dopo la paura.

Dopo il primo spavento di venerdì scorso durante la partita Lecce Ascoli, poi sospesa, ci giunge la notizia che il centrocampista leccese è stato dimesso,

Ricoverato a seguito del fortuito scontro di gioco con l’attaccante Giacomo Beretta nei primissimi secondi della gara di campionato tra Lecce ed Ascoli, il calciatore giallorosso è stato sottoposto a tutti gli esami strumentali del caso, che hanno dato esito negativo.