floriano-neglia

Serie D: la Ssc Bari torna a vincere.

Dopo un’amaro pareggio in casa nella scorsa giornata, la Ssc Bari vince sulla Città di Messina.

I biancorossi battono 1-3 il Città di Messina al Despar Stadium, mantenendo la prima posizione e si portano momentaneamente a più dodici sulla Turris, che ha una partita da recuperare.

Partono determinati i calciatori biancorossi, infatti Floriano sblocca il risultato con una bellissima rete che spiazza l’estremo difensore messinese.

Nel primo tempo non mancano le occasioni per il Bari, se tutte le palle fossero entrate, la squadra ospite avrebbe potuto già mettere sigilli sul risultato, ma si sa la palla è tonda.

Si va negli spogliatoi con il Bari in vantaggio di una sola rete.

Si torna in campo, e a pochi minuti dall’inizio il Bari può nuovamente esultare, grazie all’avversario Fragapane, che segna l’autorete.

Ci pensa Neglia a mettere al sicuro il risultato, segnando la rete del 0-3.

Inutile la trasformazione del rigore da parte di Galesio nel finale.

I biancorossi torneranno in campo il 17 marzo in casa, contro il Castrovillari dopo la pausa di fine inverno.

Una pausa per i campioni per recuperare tutte l’ energie e prepararsi fisicamente e mentalmente al rache finale.

50644865_2368088560085982_8548623440473489408_n

Serie D: le 5 reti del Bari, tornano a far sognare

Ssc Bari- Igea Virtus Barcellona, si chiude 5-0. Sciopero degli ultras nel primo tempo.

Dopo una sconfitta inaspettata di domenica scorsa, la Ssc Bari trona a vincere nelle mura di casa, per 5-0 contro l’Igea Virtus.

La partita, in realtà poteva già considerarsi vinta nel primo quarto d’ora con la splendida doppietta di Floriano, ma si sa le partite durano 90 minuti. Prima dell’ intervallo è un veterano del Bari, Valerio Di Cesare, che quest’anno sta regalando grandi reti alla sua squadra, a sigillare la vittoria con un colpo di testa.

Termina il primo tempo con un bel tris di reti e con il silenzio e vuoto da parte del cuore pulsante della curva nord, infatti gli ultras hanno deciso di scioperare come segno di protesta, dati gli arresti e i Daspo dei giorni scorsi dopo gli incidenti di Messina.

Nel secondo tempo il petalo centrale della curva nord si riempie, ma gli ultras continuando la protesta con cori dedicati ai diffidati.

Il Bari ha continuato ad attaccare. Ad arrotondare il punteggio ci hanno pensato Neglia propiziato da una bella verticalizzazione di Brienza, e Simeri. Termina cosi la partita in questa fredda domenica di gennaio.