floriano-neglia

Serie D: la Ssc Bari torna a vincere.

Dopo un’amaro pareggio in casa nella scorsa giornata, la Ssc Bari vince sulla Città di Messina.

I biancorossi battono 1-3 il Città di Messina al Despar Stadium, mantenendo la prima posizione e si portano momentaneamente a più dodici sulla Turris, che ha una partita da recuperare.

Partono determinati i calciatori biancorossi, infatti Floriano sblocca il risultato con una bellissima rete che spiazza l’estremo difensore messinese.

Nel primo tempo non mancano le occasioni per il Bari, se tutte le palle fossero entrate, la squadra ospite avrebbe potuto già mettere sigilli sul risultato, ma si sa la palla è tonda.

Si va negli spogliatoi con il Bari in vantaggio di una sola rete.

Si torna in campo, e a pochi minuti dall’inizio il Bari può nuovamente esultare, grazie all’avversario Fragapane, che segna l’autorete.

Ci pensa Neglia a mettere al sicuro il risultato, segnando la rete del 0-3.

Inutile la trasformazione del rigore da parte di Galesio nel finale.

I biancorossi torneranno in campo il 17 marzo in casa, contro il Castrovillari dopo la pausa di fine inverno.

Una pausa per i campioni per recuperare tutte l’ energie e prepararsi fisicamente e mentalmente al rache finale.

abbraccio-iadaresta-brienza

Ssc Bari: un pareggio di consolazione

Iadaresta salva il Bari dalla prima sconfitta in casa. Con l’Acireale è solo 1-1.

Si è conclusa con un pareggio di 1-1 la partita del girone I della serie D, che ha visto i biancorossi contro l’Acireale.

Il Bari va a un passo dalla prima sconfitta interna. Infatti come nella partita precedente contro il Locri, la squadra di Cornacchini sembrava esser scesa in campo per fare allenamento. poche occasioni, poco coordinati e poca aggressività. Tutto ciò ha permesso alla squadra ospite di sorprendere l’estremo difensore biancorosso e segnare la rete firmata da Manfrè.

I biancorossi cercano di pareggiare, ma la palla proprio non riesce ad entrare in rete; il direttore di gara decide che può bastare così per questo primo tempo.

Nel secondo tempo, sembra esser sceso in campo un altro Bari, molto più agguerrito, 11 leoni sembrano predominare sopra ad un Acireale abbastanza chiuso in difesa.

Iniziano i primi cambi ed è proprio il neo entrato Iadaresta a firmare la rete del pareggio al 27 del secondo tempo.

Al 45′ l’arbitro decide di mandare Brienza negli spogliatoi, a causa di un secondo cartellino giallo.

Sulla terna arbitrale di questa partita, ci sarebbe da dire molto, sembravano ottimo alleati della squadra siciliana e in alcuni casi forse era il caso di rivedere le azioni direttamente dalla Var se fosse disponibile in serie D.

floriano

Ssc Bari allunga la distanza sulla Turris

Biancorossi vittoriosi con il Locri. La Turris pareggia con il Marsala.

La vittoria del 0-3, dei biancorossi contro il Locri, allunga le distanze permettendo alla Ssc Bari di portarsi ad undici punti di distanza dalla seconda classificata.

La squadra seconda in classifica è la Turris, che oggi ha pareggiato contro il Marsala

Un primo tempo non molto brillante, il Bari ci prova poche volte e senza nemmeno impegnarsi più di tanto. Si va negli spogliatoi con un risultato a reti inviolate.

Inizia il secondo tempo. Il difensore Di Cesare, autore di altri gol in questa stagione sblocca il risultato. Si riattiva il bari.

Con più spazi a disposizione, il Bari centra nuovamente la porta con Simeri, che con un pallonetto sorprende il portiere avversario.

A mettere al sicuro il risultato ci pensa Floriano, che sigla il tris di reti biancorosse, portandosi ad undici gol stagionali.

Tanta euforia tra i tifosi del bari, infatti durante la prima rete segnata da Di Cesare, un tifoso biancorosso per esultare è caduta dalla gradinata, riportando la frattura di una vertebra cerebrale.

Attualmente il tifoso di nome Nicola, è ricoverato all’ Ospedale di Reggio Calabria, solo nei prossimi giorni potrà rientrare a Bari

1538059895976.jpg-roberto_floriano

Ssc Bari un tris contro il Marsala

Torna alla vittoria la squadra biancorossa. Perde la Turris.

Dopo la mancata vittoria contro la Turris, seconda nel Girone I, la Ssc Bari torna a vincere nelle mura di casa 3-1 contro il Marsala. Con questa vittoria la squadra barese allunga di nuovo le distanze dalla Turris, che oggi ha perso contro il Messina.

Inizio vivace per la Bari, che tira più volte nello specchio della porta senza risultato però.

Poco dopo a queste azioni del Bari, il Marsala risponde con una rete di Manfrè.

Ma i biancorossi non si scoraggiano e, ci pensa Floriano a firmare la rete del pareggio.

A riaprire la partitaci pensa su rigore il capitano Ciccio Brienza, che porta il Bari in vantaggio.

Ci pensa Simeri a sigillare la vittoria, a pochi minuti del 90′.

image

Serie D: Nuovo stop per la Ssc Bari

Riccio decide la sfida e riapre il campionato.

Nuovo stop fuori casa per la squadra di Cornacchini, che aveva l’obbligo di vincere contro l’avversaria di Torre Del Greco.

Ora sono nove i punti che separano il Bari e la Turris (prima e seconda classificata del Girone I). premettendo che la squadra campana ha una partita da recuperare (contro il Rotonda).

Potrebbero dunque diventare sei i punti tra le due formazioni e il campionato essere riaperto nella seconda parte di stagione.

A decidere il match è stato Riccio, sfruttando un’indecisione di Marfella che in uscita ha smanacciato a pochi metri dalla sua porta.

Non è riuscito a cogliere il pareggio il Bari, nonostante il forcing finale che non ha prodotto occasioni se non un colpo di test al 92′ di Pozzebon a pochi metri da Casolare.

Dopo il match si ritiene responsabile degli errori proprio il mister biancorosso Cornacchini che ha commentato: “Abbiamo fatto poco a livello agonistico. Loro hanno avuto un paio di opportunità, noi in due o forse tre occasioni potevamo fare meglio, ma e mancata la mentalità da categoria. La Turris l’ha avuta e si è visto».

Se da una parte c’era una squadra dispiaciuta per la sconfitta, con un allenatore che ha ammesso le proprie colpe anche a livello di scelte; dall’altra parte la squadra di casa compresi gli steward hanno festeggiato in campo, rendendosi protagonisti di gesti poco rispettosi, come mostra la foto pubblicata di seguito.


50644865_2368088560085982_8548623440473489408_n

Serie D: le 5 reti del Bari, tornano a far sognare

Ssc Bari- Igea Virtus Barcellona, si chiude 5-0. Sciopero degli ultras nel primo tempo.

Dopo una sconfitta inaspettata di domenica scorsa, la Ssc Bari trona a vincere nelle mura di casa, per 5-0 contro l’Igea Virtus.

La partita, in realtà poteva già considerarsi vinta nel primo quarto d’ora con la splendida doppietta di Floriano, ma si sa le partite durano 90 minuti. Prima dell’ intervallo è un veterano del Bari, Valerio Di Cesare, che quest’anno sta regalando grandi reti alla sua squadra, a sigillare la vittoria con un colpo di testa.

Termina il primo tempo con un bel tris di reti e con il silenzio e vuoto da parte del cuore pulsante della curva nord, infatti gli ultras hanno deciso di scioperare come segno di protesta, dati gli arresti e i Daspo dei giorni scorsi dopo gli incidenti di Messina.

Nel secondo tempo il petalo centrale della curva nord si riempie, ma gli ultras continuando la protesta con cori dedicati ai diffidati.

Il Bari ha continuato ad attaccare. Ad arrotondare il punteggio ci hanno pensato Neglia propiziato da una bella verticalizzazione di Brienza, e Simeri. Termina cosi la partita in questa fredda domenica di gennaio.

scontri-tifosi-messina-bari-625x350

Serie D: scontri a Messina, domiciliari agli ultras del Bari

Indagine Digos e Procura Messina, già disposti 18 Daspo

La Digos di Messina sta eseguendo un provvedimento di arresti domiciliari nei confronti di 5 ultras baresi coinvolti negli scontri con alcuni tifosi messinesi che avvennero nella città dello Stretto il 21 ottobre e il 4 novembre scorsi. Per gli stessi fatti il questore Mario Finocchiaro aveva emesso 18 Daspo.

I 5 ultras baresi arrestati oggi sono stati identificati dalla Digos della città dello Stretto. Nel primo dei due episodi – entrambi si sono verificati nell’area degli imbarchi della società Caronte & Tourist – un piccolo gruppo di tifosi del Messina, appena sbarcato, provenienti da una trasferta a Torre del Greco, è stato aggredito dai tifosi baresi, in attesa di imbarcarsi alla volta di Villa San Giovanni, di rientro dalla competizione calcistica disputatasi a Marsala. Brevi minuti di “guerriglia urbana”, sedati dai poliziotti che erano agli imbarchi. Le due tifoserie hanno lanciato fumogeni e bombe carta. Gli agenti hanno evitato che gli scontri degenerassero facendo risalire i tifosi del Bari sul pullman ed allontanando quelli messinesi dall’area intanto chiusa al traffico.

  Al termine dell’indagine avviata subito dopo la Digos di Messina, con l’aiuto dei colleghi baresi, ha denunciato 10 ultras baresi. Nel secondo episodio sempre i tifosi del Bari di rientro da Acireale in attesa di imbarcarsi verso la Calabria hanno cercato di aggredire degli automobilisti. All’intervento dei poliziotti hanno lanciato fumogeni e bombe carta ferendo tre agenti. Gli investigatori hanno i identificato e denunciato altri 7 tifosi. Ai domiciliari oggi sono finiti Roberto Conese, barese, Cristiano Ladisi, barese, Nicola Sibillani, Vitangelo Spizzico. Marco Atzori è stato portato in carcere perché durante la perquisizione è stato trovato con un chilo di hashish, una pistola giocattolo, munizioni da guerra. Sono accusati, a vario titolo, di interruzione di servizio di pubblica utilità, danneggiamento aggravato, lancio e possesso di oggetti pericolosi, lesioni.

bari-cittanovese-azione

Arriva con la Cittanovese la prima sconfitta del Bari

Perde la sua imbattibilità la Ssc Bari, che regala la prima vittoria agli avversari per 3-2.

Arriva in una città con accoglienza fraterna, la prima sconfitta della Ssc Bari.

La cittanovese, può ritenersi soddisfatta, perché ha scritto un capitolo di storia, finora è stata l’unica squadra ad aver battuto la Ssc Bari, in questo campionato di Serie D.

Napolitanotrascina i padroni di casa con grandi giocate, i pugliesi dopo essere passati in vantaggio con Langella,subiscono il pareggio allo scadere del primo tempo con Abayan. Nella ripresa in due minuti si completa la debacle con le reti di Crucitti su punizione e Cataldi, sul finire Nannini accorcia le distanze. Prima sconfitta stagionale per gli uomini di Cornacchini. La Turris rosicchia tre punti e si riporta a -9.

Bari-Palmese-181118-01-696x392

Il Bari piega nel finale la Palmese

È il turno di Mattera. Difende bene e batte il muro difensivo avversario.

Il Bari ha battuto per uno a zero la Palmese al San Nicola con un gol al 43′ della ripresa del difensore Mattera. I pugliesi, costringendo l’undici di Franceschini alla prima sconfitta stagionale, hanno consolidato il primato in classifica nel girone I dalla Seria D, a quota 27 punti.
La gara è stata a senso unico, con Brienza e compagni proiettati in avanti e la Palmese (soprattutto nel primo tempo) propositiva solo con un paio di ripartenze, nonché protagonista di una fase difensiva con poche sbavature. Nella ripresa il gol-partita si è sviluppato da punizione di Brienza, con sponda di Di Cesare e deviazione vincente finale del difensore barese.

serie-d-acireale-bari-1-3-biancorossi-a-5-dalla-seconda-in-classifica--1541349640-grande

Tre il numero fortunato della Ssc Bari

Si riprende con la vittoria dei biancorossi. Vincono ad Acireale, nonostante due uomini espulsi.

Il Bari espugna il campo dell’Acireale e vola a  +5 dalla seconda posizione in classifica. A decidere il match sono state le reti di Pozzebon, Simeri e Langella, inutile il gol del momentaneo pareggio segnato da Leotta. Gli uomini di Cornacchini chiudono in nove: espulsi Pozzebon e Mattera per due gomitate rifilate agli avversari durante delle azioni di gioco.

Primo tempo molto equilibrato al ‘Tupparello’: i biancorossi passano al dodicesimo grazie a Demiro Pozzebon, abile a spingere in rete una palla uscita da una mischia in area di rigore. Il pareggio dei padroni di casa arriva alla mezz’ora con Leotta che sfugge a Nannini e punisce Marfella con un preciso sinistro.

Nella ripresa Cornacchini manda in campo Simeri al posto di Floriano: l’attaccante del Novara impiega tre minuti per spingere in rete un passaggio di Brienza e aggiungere il suo nome al tabellino dei marcatori. Il Bari cerca di amministrare il vantaggio ma perde Pozzebon: l’attaccante colpisce Gambuzza con una gomitata e riceve il secondo giallo della sua partita. Al 71esimo la partita sembra cambiare totalmente: il direttore di gara giudica volontaria una gomitata di Mattera ed espelle il difensore. Il Bari resta in 9 uomini a poco più di 20 minuti dalla fine. L’Acireale prova a sfruttare la superiorità numerica ma viene punita alla prima ripartenza: Langella trasforma in gol un buon passaggio di Simeri ed esulta sotto il settore ospiti affollato dai tifosi baresi.

Nel finale i padroni di casa gettano via l’ultima occasione per riagguantare il match: Madonia fallisce un calcio di rigore tirando fuori dallo specchio della porta difesa da Marfella.