stelle locandina 19

Stelle all’improvviso

Sava si prepara ad accogliere la musica italiana.

Lunedì 4 marzo ’19 si terrà la attesissima rassegna canora Stelle all’Improvviso ideata da Ciro Preite (agente) alla seconda edizione.

La gara si svolgerà al Cine-Teatro Salerno di Sava dove si esibiranno 17 cantanti di tutta l’Italia. Il primo posto darà diritto al vincitore di partecipare alla semifinale nazionale del Cantagiro, il secondo al concorso “Stasera canto io” di Torino, il terzo sarà il Premio della giuria ed il quarto per la “Presenza scenica”. Sarà inoltre riconosciuto un premio dalla critica.

In giuria sarà composta dal sindaco di Sava Dario Iaia, Barbara Montanaro (cantante e agente di spettacolo), il maestro Ezio Scarciglia (musicista e arrangiatore), Laura Dimitri (cantante e interprete) che presenterà il suo ultimo lavoro discografico. Ci sarnno inoltre: Maria Antonietta Calò (agente del Cantagiro- Puglia), Michele Gaudiomonte (stilista di fama nazionale), Lucio Montanaro (attore caratterista), Steven Sale (di Radio Norba),Gisella Asia (manager), Giuseppe Fischetti(Sindaco di Fragagnano), Mirella Massaro (assessora alla cultura e istruzione, Comune di Torricella), Dante Zanetti (di “Stasera canto io”), Gianni Begher (cantante, studio di registrazione). Ospiti, il popolare attore  Lucio Montnaro, Nicolò Proto (vincitore del Cantagiro scorso),Vincenzo Alighieri (secondo posto del Cantagiro). Inoltre si esibiranno i ragazzi della scuola di ballo di Isabella Bisci.

Come ha già annunciato il patron Ciro Preite, quest’anno “Stelle all’improvviso” sarà una gara davvero competitiva per la bravura dei cantanti e una giuria di addetti ai lavori che sarà sicuramente molto equilibrata. La novità di questa gara è la giuria popolare che  voterà sia per la categoria A, (concorrenti dai 6 ai 15 anni), che per la categoria B i e cioè quelli dai 16 anni in poi.

Presenteranno due splendide brune Alessia Pentassuglia (curatrice d’immagine) eSimona Daversa, (speaker di Radio studio 2 sps), affiancate nella conduzione dello spettacolo canoro da Clelia Conte, (direttrice di Gazzetta dal Tacco) che cura l’ufficio stampa.

Media partner di questo evento sarà anche Mediterranea Tv.

174730281-f50da47d-5d42-49f7-941c-2ccfb998d27c

Taranto: Operaio Ilva investito da acqua bollente

Ha riportato ustioni di primo e secondo grado alle gambe.

Un operaio di 43 anni dello stabilimento ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto ha riportato ustioni di primo e secondo grado agli arti inferiori e ai genitali dopo essere stato investito da un getto d’acqua bollente mentre staccava tubi di raffreddamento da una valvola nell’area dell’Altoforno1. L’operaio, soccorso da personale dell’infermeria dello stabilimento, è stato trasportato all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Dall’Azienda sanitaria locale si apprende che è prossimo il trasferimento del paziente in un Centro Grandi Ustioni. Al momento non è considerato comunque in pericolo di vita. Accertamenti sono stati avviati dallo Spesal (Servizio prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro) dell’Asl per accertare dinamica e responsabilità. Anche l’azienda ha avviato le verifiche per comprendere le cause dell’infortunio.

Ultras-generica

Calcio: arrestati tre ultras baresi

Bloccati ieri a Bitonto al termine della partita Bitonto-Taranto.

Tre ultras del Bari sono stati posti agi arresti domiciliari dalla polizia e altri due sono stati denunciati in stato di libertà per aver organizzato ieri a Bitonto, al termine della partita di calcio tra Bitonto e Taranto, un’aggressione contro tifosi ospiti.
    Agli indagati, che saranno tutti raggiunti anche da provvedimento di Daspo, si contestano, a vario titolo, i reati di detenzione di strumenti atti ad offendere e fumogeni, in occasione di una manifestazione sportiva, di travisamento e resistenza a pubblico ufficiale.

I tifosi baresi avrebbero organizzato un agguato per vendicare un’aggressione subita la scorsa settimana in occasione della trasferta nella città ionica. I poliziotti hanno individuato il gruppo di 15 persone, travisate e armate di bastoni, pronte ad aggredire alcuni tifosi del Taranto che, nonostante il divieto di trasferta, erano andati a Bitonto per seguire la loro squadra. L’ intervento dei poliziotti è avvenuto prima che cominciasse il deflusso degli spettatori.

arbmalatt

Taranto: in malattia ma fa l’arbitro, denunciato

Nei guai dipendente Tribunale e medico che firmava certificati.

Si assentava dal lavoro per malattia, contando sulla complicità di un medico che firmava i certificati, ma andava ad arbitrare all’estero. Per questo un operatore amministrativo del Tribunale di Taranto e lo stesso medico sono stati denunciati in concorso per truffa aggravata ai danni dello Stato. La Guardia di finanza di Taranto ha eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” di beni e disponibilità finanziarie, per un totale di 32mila euro, nei confronti di entrambi.
    Secondo le indagini, il dipendente del Ministero della Giustizia, ora in pensione, in oltre due anni, ha prodotto certificazioni attestanti riposi medici per un totale di 243 giorni. In particolare, è emerso che in 80 dei giorni di malattia, il dipendente ha partecipato a manifestazioni sportive tenutesi sia in Italia che all’estero, in qualità di arbitro e/o componente di commissioni di gara di una Federazione Sportiva Italiana. L’importo di 32mila euro è pari al complessivo del danno erariale provocato, riferito alle retribuzioni percepite nelle giornate di “malattia” dedicate invece alle attività sportive, nonché delle tasse evase riferite ai compensi elargiti al funzionario pubblico dalla Federazione Sportiva, non indicati dallo stesso nelle dichiarazioni dei redditi.